Sostieni la ricerca

La ricerca scientifica effettuata dalla Fondazione Italiana Endometriosi ha permesso di scoprire l’origine congenita dell’endometriosi e che gli inquinanti determinano l’alterazione nell’embrione responsabile della dislocazione delle cellule dell’endometrio. La Fondazione, inoltre, ha effettuato uno studio su modello animale che dimostra per la prima volta  il legame tra l’endometriosi e la riserva ovarica che spesso risulta diminuita in tali pazienti, determinando problemi di infertilità e/o di menopausa precoce.

Ricerca e attività clinica

La Fondazione Italiana Endometriosi porta avanti studi di ricerca sull’Endometriosi avvalendosi dei dati clinici proveniente dall’attività svolta dal Centro Italiano Endometriosi e dal Centro di Fecondazione. Questi dati, infatti, sono necessari per sviluppare al meglio la ricerca scientifica sulla malattia così come i risultati degli studi e delle ricerche sono fondamentali per supportare l’attività clinica.

La Fondazione Italiana Endometriosi fa parte della Associazione e supporta il Centro Italiano Endometriosi per la Ricerca Traslazionale sulla malattia, la Fondazione attraverso un Network scientifico costituito con ben 11 istituzioni pubbliche e private italiane ed estere sviluppa la ricerca sulla endometriosi con eccellenti risultati che si trasmettono direttamente sulla prevenzione, diagnosi e cura della malattie e delle patologie ad essa associate.

Che cos'è l'Endometriosi?

L’Endometriosi è la presenza di endometrio e stroma di endometrio al di fuori della cavità uterina in altre zone del corpo femminile, normalmente nella pelvi.

Questa malattia può colpire le donne dalla prima mestruazione ed eccezionalmente anche prima del primo ciclo mestruale nell’infanzia, normalmente dal tempo del suo primo periodo alla menopausa, anche se dopo i 40 anni la crescita del tessuto endometriale presente fuori dalla cavità uterina sembra più lenta.

La malattia si sviluppa indipendentemente dal fatto di aver avuto o meno gravidanze anche se dopo le gravidanze, qualora presente già prima della gravidanza, sembra avere una crescita più accelerata. La sua presenza è indipendente dalla razza e dallo status socio-economico. L’Endometriosi può qualche volta persistere dopo la menopausa o a seguito di ormoni presi per i sintomi della menopausa (che può far continuare l’endometriosi).

Al momento, si stima che il numero di donne con endometriosi è vicino al 10% di quelle in età riproduttiva. Ma, è importante notare che queste sono solamente stime, e che tali statistiche possono variare in maniera estesa.

Approssimativamente, dal 30% al 40% delle donne con endometriosi è sterile, la malattia è infatti una delle prime tre cause di sterilità femminile. Alcune donne, ad esempio, non scoprono la loro endometriosi fino a che non hanno difficoltà a restare incinta.

endometriosi
immagine-endometriosi

Che cos'è l'Ovodonazione?

ovodonazioneL’ovodonazione è una tecnica di fecondazione eterologa che consente di poter avere un bambino in donne che non hanno più la loro riserva ovarica.
Questa tecnica è proposta nelle donne dopo la loro menopausa naturale, oltre i cinquanta anni, per soddisfare il loro desiderio di maternità in una età che biologicamente non consente di avere una gravidanza ed è normalmente eseguita dai nostri esperti.
L’ovodonazione per le donne affette da endometriosi è, invece, una ovodonazione che nasce per sopperire ad una malattia (POF, cioè menopausa precoce o insufficienza ovarica precoce) relativa alla ridotta o azzerata riserva ovarica a causa di una patologia (l’endometriosi, appunto) che può condurre alla perdita di riserva ovarica.

centro-di-fecondazione

Storie di donne | Ultimi articoli

La ricerca sull’Endometriosi fa passi in avanti, aiutaci anche tu.

Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi