Cochrane Database Syst Rev. 2005 Oct 19;(4):
Interruzione chirurgica delle vie nervose pelviche per la dismenorrea primaria e secondaria.
Proctor M, Latthe P, Farquhar C, Khan K, Johnson N, Proctor M.
BACKGROUND: La dismenorrea è l’evento di crampi mestruali dolorosi di origine uterina ed è un comune fastidio ginecologico con effetti negativi sulla qualità di vita di chi ne soffre. La terapia medica per la dismenorrea include pillole contraccettive orali (OCP) e medicinali anti-infiammatori non sferoidali (NSAIDs); entrambi agiscono sopprimendo i livelli di prostaglandina. Mentre questi trattamenti sono molto efficaci c’è ancora un 20-25% di fallimento ed in alcuni casi l’opzione è stata rappresentata dall’intervento chirurgico. L’ablazione del nervo uterino (UNA) e la neurectomia presacrale (PSN) sono due trattamenti chirurgici ultimamente molto utilizzati grazie all’avanzamento tecnologico delle procedure laparoscopiche. Queste procedure interrompono la maggior parte delle fibre nervose della cervice sensibili al dolore. Studi osservazionali hanno supportato l’uso di queste procedure per la dismenorrea primaria. Comunque, entrambe le operazioni interrompono solo parzialmente le fibre nervose nell’area pelvica e, comunque, questo tipo di intervento chirurgico non sempre dà effetti benefici con la dismenorrea. SCOPO: Verificare l’efficacia dell’interruzione chirurgica delle vie nervose pelviche come trattamento per la dismenorrea primaria e secondaria e determinare l’intervento chirurgico più efficace. STRATEGIE DI RICERCA: Abbiamo cercato il Cochrane Menstrual Disorders and Subfertility Group Trials Register ( 9 Giugno 2004), CENTRAL (The Cochrane Library Issue 2, 2004), MEDLINE (dal 1966 a Nov 2003), EMBASE (dal 1980 a Nov 2003), e CINAHL (dal 1982 a Ottobre 2003). Sono stati fatti anche tentativi per identificare sperimentazioni dal metaRegister of Controlled Trials e la lista degli articoli reviews e gli sperimenti in essi inclusi. Nella maggior parte dei casi veniva contattato il primo autore degli articoli sulle sperimentazioni e gli venivano chieste delucidazioni ed ulteriori informazioni. CRITERI DI SELEZIONE: I criteri di inclusione erano confronti randomizzati di tecniche chirurgiche per l’interruzione delle vie nervose pelviche (usando anche le procedure laparoscopiche) per il trattamento della dismenorrea primaria e secondaria. Le misure principali erano il dolore e gli effetti secondari. DATI ED ANALISI: Sono state identificate 11 sperimentazioni controllate randomizzate (RCTs) che inizialmente apparivano aderire ai criteri di inclusione per questa review. Successivamente sono state escluse due sperimentazioni (Garcia Leon 2003; Sutton 1991). Dei rimanenti 9 esperimenti, 8 sono stati inlcusi nella meta-analisi. I risultati di una sperimentazione sono stai inclusi nel testo della review per la discussione. Perché i dati non erano disponibili in una forma che gli permettesse di essere combinati nella meta-analisi. 5 sperimentazioni studiavano il metodo LUNA ( ablazione laparoscopica del nervo uterino), due neurectomie sacrali aperte (PSN) e due la neurectomia presacrale laparoscopica (LPSN). PRINCIPLAI RISULTATI: Per il trattamento della dismenorrea primaria c’è stata qualche evidenza dell’efficacia del metodo LUNA quando paragonato al gruppo di controllo o senza trattamento. Il paragone tra LUNA e LPSN per la dismenorrea primaria non ha mostrato significative differenze nel sollievo del dolore a breve termine; comunque, a lungo termine, LPSN ha dimostrato di essere significativamente più efficace del metodo LUNA. Per il trattamento della dismenorrea secondaria 6 hanno identificato RCTs per l’endometriosi e una includeva donne con mioma uterino. Il trattamento LUNA combinato con il trattamento chirurgico degli impianti endometriali versus il trattamento soltanto dell’endometriosi ha mostrato che LUNA non aiutava nel miglioramento del dolore. Per quanto riguarda il PNS combinato con il trattamento per l’ndometriosi versus il trattamento solo per endometriosi c’era una totale differenza nella riduzione del dolore sebbene i dati suggeriscono che ciò potrebbe essere specifico solo per la laparoscopia e per il dolore addominale. Eventi opposti erano significativamente più comuni per la neurectomia presacrale. Comunque, la maggiorparte erano complicazioni come costipazione, che poteva spontaneamente migliorare. CONCLUSIONI DEGLI AUTORI: Ci sono evidenze non sufficienti per consigliare l’interruzione del nervo nella dismenorrea, senza tener conto della causa.