Endometriosi pelvica di 3° grado

Domanda:
ho 37 anni e sposata da 1998 ma ancora senza figli. nel maggio del 2001, a seguito di un intervento in laparoscopia per l’asportazione di una cisti dermoide, mi veniva diagnosticata un’endometriosi pelvica di 3° grado, e mi veniva asportata chirurgicamente. In seguito all’intervento mi veniva prescritta una terapia a base di decapeptyl 3.75 per tre cicli. da allora ho provato a rimanere incinta, ma non ho avuto risultati. la mia ginecologa mi ha fatto fare inoltre anche un esame per la ricerca di anticorpi antinemasperma ed io e mio marito siamo risultati incompatibili al test di miller e positivi al test s.c.m.c. allora mi hanno consigliato di provare con la fivet. vorrei sapere che possibilità posso avere di riuscire a rimanere incinta con questo metodo. premetto inoltre che a 18 anni ho avuto un aborto provocato al terzo-quarto mese di gravidanza.

Risposta:
le possibilità statistiche di bambino in braccio con la FIVET sono circa del 25%,nella tua città vi è il centro del prof Cittadini che si occupa da tanti anni di tale metodica.

admin

Endometriosi del setto

Domanda:
salve, ho 29 anni e un bambino bellissimo e sanissimo di 8. in gravidanza ho avuto una seria gestosi del terzo trimestre ed un parto cesareo d’urgenza alla 34° settimana, il bambino pesava 2 Kg. Da circa un anno soffro di spotting intermestruale, non ho dolori durante il ciclo e nessun altro disturbo se non lieve dolore durante i rapporti e soffro di colite,; il mio medico ha eseguito un’isteroscopia + vabra e l’esame istologico è risultato negativo. Ora, continuando le perdite, ha scoperto isole scure nel douglas più una formazione irregolare nel setto rettovaginale e propende per una endometriosi. mi ha fatto eseguire un ca125 (non ho ancora il risultato) e consigliato un consulto endocrinologico, poichè da anni ho il cortisolo e il testosterone più alti del normale (con lieve irsutismo e mestruazioni molto irregolari, perciò da quando avevo 15 anni prendo la pillola – prima il diane, da due anni il dueva). La mia domanda è: se fosse endometriosi mi devo operare ed entro quanto tempo? poichè finora non ci si era accorti di nulla? è vero che in posizione rettovaginale l’intervento risulta difficile poichè potrebbe essere lesionato l’intestino? Il disordine ormonale di cui soffro da anni può aver contribuito alla formazione di endometriosi? E può aver influenzato la mia gestosi? Grazie mille per le risposte. Sono un pò confusa!

Risposta:
non sembra che tu abbia grandi disturbi da tale situazione,se avessi una endometriosi del setto, l’asportazione non è agevole e dipende dalla profondità della lesione,occorre un centro ad alta specializzazione nella chirurgia dell’endometriosi,completa le indagini con una risonanza magnetica nucleare della pelvi. L’endometriosi può insorgere all’improvviso.

admin

Asportazione o trattamenti reversibili

Domanda:
Nel caso di endometriosi (severa) si possono estenuare i dolori sottoponendosi ad una operazione totale alle ovaie.

Risposta:
la terapia più corretta è quella di asportare la malattia conservando il più possibile gli organi riproduttivi,ovviamente questo dipende anche dall’età della paziente, per eliminare gli ormoni prodotti dalle ovaie vi sono anche dei trattamenti medici reversibili.

admin

Come comportarsi

Domanda:
Sono una donna di 40 anni e ho cominciato ad accusare dolore ricorrente al fianco destro circa un anno dopo la nascita di mia figlia e cioè nel 1999. Tale dolore non si manisfestava continuamente ma a circa metà del ciclo e in corrispondenza delle mestruazioni. Sono stata sottoposta a visita ginecologica e senza farmi effettuare ulteriori accertamenti mi è stata diagnosticata l’endometriosi; da indagini ecografiche non siè mai evidenziato nulla di particolare, nè cisti nè fattori che potessero essere correlatia tale patologia; il ginecologo ha pensato di sottopormi a terapia ormonale dapprima con un dosaggio leggero e poi col decapeptil il quale ha solo dopo diversi mesi ha procurato i primi giovamenti; in seguito poi a rialzo pressorio incontrollato ho dovuto sospendere le iniezioni e ho continuato per altri mesi con la pillola; infine insistenti dolori alle gambe mi hanno costretta a sospendere la pillola; sono così ricomparsi i dolori; ad agosto 2002 sono rimasta incinta ma la gravidaza non i ha portato un giovamento immediato anzi i dolori erano quasi giornalieri finchè il 4 ottobre 2002 ho perso il bambino e per tutto il mese di ottobre ho avuto dolori ricorrenti; il primo ciclo è ricomparso dopo 52 giorni, il secondo dopo 31 giorni, il terzo dopo 18 giorni e in questo periodo i dolori sono stati assenti; il 4° ciclo è comparso dopo appena 12 giorni il 20 gennaio 2003 con la rcomparsa dei dolori al fianco destro. Vorrei una opinione spassionata su questa situazione se effettivamente tale quadro possa essere associato ad endometriosi e nel caso di positività cosa fare ulteriormente.

Risposta:
ti consiglio di approfondire con una risonanza magnetica nucleare della pelvi,ecografia transvaginale e dosaggio del Ca125, eventuale isteroscopia,se tali esami saranno negativi fare i dosaggi ormonali degli ormoni sessuali femminili.

admin

Dolori mestruali

Domanda:
Buongiorno e grazie per l’aiuto: la mia ragazza soffre di endometriosi, avendo dovuto smettere con la pillola tradizionale (causa di possibili trombosi) che comunque dava dei buoni risultati, esiste una pillola che possa allievare i suoi dolori soprattutto durante il periodo mestruale?

Risposta:
La soluzione è se è possibile asportare la malattia.

admin