La Malattia

La malattia Endometriosi è la presenza di endometrio e stroma di endometrio al di fuori della cavità uterina in altre zone del corpo femminile, normalmente nella pelvi.

L’Endometriosi può colpire le donne dalla prima mestruazione ed eccezionalmente anche prima del primo ciclo mestruale nella infanzia, normalmente dal tempo del suo primo periodo alla menopausa, anche se dopo i 40 anni la crescita del tessuto endometriale presente fuori dalla cavità uterina sembra più lenta.

La malattia si sviluppa indipendentemente dal fatto di aver avuto o meno gravidanze anche se dopo le gravidanze, qualora presente già prima della gravidanza, sembra avere una crescita più accelerata. La sua presenza è indipendente dalla razza e dallo status socio-economico.
L’Endometriosi può qualche volta persistere dopo la menopausa; od a seguito di ormoni presi per i sintomi in menopausa può far continuare l’endometriosi.
Luogo di stime corrente il numero di donne con endometriosi è vicino al 10% di donne in età riproduttiva.
Ma, è importante notare che queste sono solamente stime, e che tali statistiche possono variare estesamente.
Approssimativamente dal 30% a 40% di donne con endometriosi è sterile, la malattia è infatti una delle prime tre cause di sterilità femminile.
Alcune donne non scoprono la loro endometriosi fino a che non hanno difficoltà a restare incinta.

La relazione tra endometriosi e la sterilità è un’area attiva di ricerca.
Degli studi suggeriscono che la condizione può cambiare l’utero quindi non è più capace ad accettare un embrione.
Altri lavori esplorano se l’endometriosi cambia l’ovocita, o l’endometriosi ostacola il movimento dell’uovo fertilizzato verso l’utero.
Noi non conosciamo la causa esatta della comparsa della endometriosi, anche se il nostro gruppo di ricerca, grazie alla grande intuizione del Prof. Pietro Giulio Signorile, nel 2009 ha dimostrato la presenza di cellule di endometrio al di fuori dell’utero nei bacini di feti umani. Con questo epocale studio, seguito da altri, il gruppo è giunto alla conclusione che la contaminazione di embrioni femminili nell’utero materno con sostanze dette Interferenti Endocrini, può disturbare la espressione di alcuni geni deputati alla corretta formazione dell’apparato genitale dell’embrione determinando la perdita di cellule dell’endometrio fuori della cavità uterina.
Endometriosi può essere il risultato di qualche cosa chiamato flusso mestruale retrogrado, cioè una mestruazione che va verso l’interno della pancia attraverso le tube, ma a tutt’oggi non sono stati dimostrati tali meccanismi pertanto ad oggi tale teoria non ha trovato riscontri di prova.
Ricercatori stanno tentando di scoprire altri fattori che possono far crescere questo tessuto in alcune donne, ma non in altre.
Un’altra teoria sulla causa di endometriosi è quella genetica.
Questa malattia potrebbe essere ereditata, o potrebbe risultare da errori genetici.
Ricercatori stanno esplorando altri possibile cause, come l’Estrogeno, un ormone prodotto nel ciclo riproduttivo che appare promuovere la crescita di endometriosi.
Perciò, la ricerca sta guardando alla endometriosi come una malattia del sistema endocrino, e non solo di quello riproduttivo.
O, del sistema immunitario che non rimuove il fluido mestruale nella cavità pelvica, o che aree di endometriosi possono irritare o possono promuovere la crescita di più aree.
Altri ricercatori stanno studiando il ruolo del sistema immune che potrebbe se alterato stimolanre, la endometriosi.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8

emanuele