fbpx
skip to Main Content
Progesterone

 

L’endometriosi è una malattia ginecologica. È caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale al di fuori della cavità uterina, per esempio sulle ovaie o su altre strutture pelviche e addominali. È una malattia debilitante che colpisce fino al 10% delle donne in età riproduttiva. Circa il 30%-50% delle donne lamenta dolore intenso e infertilità. Oggi sono più di 176 milioni le donne nel mondo che soffrono di sintomi di endometriosi. Tali sintomi influiscono notevolmente sul loro benessere fisico, mentale e sociale. Gli estrogeni stimolano la proliferazione del tessuto endometriale ed endometriosico; tuttavia, nell’endometriosi, il progesterone non riesce a contrastare efficacemente questi effetti estrogenici e quindi l’endometriosi è anche considerata una malattia dell’azione disregolata del progesterone o della resistenza al progesterone.

Progesterone

 

Il progesterone agisce attraverso l’attivazione dei recettori nucleari del progesterone A e B (PR-A, PR-B), che sono codificati dal gene PGR.

Nei topi PR knock-out (PRKO) che sono quindi privi di entrambi i recettori, si è visto che il tessuto uterino ectopico era resistente al progesterone e presentava una maggiore predisposizione alla proliferazione dipendente dagli estrogeni.

La resistenza al progesterone è spesso spiegata dai livelli alterati di PR-A e PR-B e dalla variante di giunzione PR-C. I livelli alterati di PR-A e PR-B possono derivare da ipermetilazione di PRB o regolazione postranscriptional da microRNA.

I dati attuali sui livelli di mRNA di PR-A e PR-B nel tessuto ectopico suggeriscono un mutato rapporto PR-A / PR-B a favore di PR-A tra diversi sottotipi di endometriosi.

Una mancanza di risposta al progesterone può anche essere spiegata da alterazioni nel metabolismo del progesterone a livello del pre-recettore.

Gli Autori Huhtinen et al. hanno osservato livelli mediani più elevati di progesterone nel tessuto ectopico ovarico (24,7 volte) ed extra-ovarico (4,3 volte) rispetto al tessuto eutopico delle pazienti nella fase proliferativa. Nella fase secretoria invece, c’erano livelli mediani di progesterone più bassi nel siero delle pazienti (2 volte) rispetto al siero di donne sane e così anche nell’endometrio eutopico delle pazienti (1,9 volte) ed endometrio ectopico (endometriosi ovarica, 1,9 volte; ed endometriosi ovarica extra, 4,5 volte) rispetto all’endometrio eutopico ottenuto da donne sane.

Progesterone

Questi dati implicano che nelle pazienti con endometriosi la biosintesi e/o il metabolismo del progesterone è disregolato. Si ipotizza quindi che vi sia una maggiore sintesi di progesterone o una diminuzione del suo metabolismo durante la fase proliferativa dell’endometrio, mentre nella fase secretoria la biosintesi del progesterone nei corpi lutei è probabilmente ridotta mentre il metabolismo locale del progesterone è migliorato.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter

Consigli e indicazioni per vivere in modo sano l'endometriosi.

Back To Top
Cerca