fbpx
skip to Main Content

Ciao sono Stefania, ho 28 anni, mi collego spesso al vostro sito per vedere se ci sono novità e oggi ho deciso di raccontarvi la mia storia. Tutto è cominciato circa 4 anni fa, ogni volta che avevo il ciclo avvertivo dei forti crampi allo stomaco così forti al punto che alcune volte ho anche perso conoscenza. Mi sono rivolta da una dottoressa e dopo gli esami di rito mi ha detto che non avevo niente di particolare e che quindi questi crampi probabilmente erano frutto della mia fantasia. L’unica cosa fuori posto era il valore alto della prolattina ma nonostante tutto decise di farmi fare una cura con la pillola per 6 mesi per limitare il flusso molto abbondante. Risultato: crampi sempre forti e prolattina sempre pìù alta. Mi sono sottoposta a 2 RMC al cranio e mi ha detto che avevo un microadenoma all’ipofisi. Mi ha prescritto una cura dicendomi che dovevo farla a periodi alterni e che per me sarebbe stato sempre così per tutta la vita. Questa affermazione non mi piacque tanto e poi siccome non mi aveva perniente risolto i problemi cambiai ginecologo. Già dalla prima seduta mi disse, che non avevo il microadenoma, che l’iperprolattinemia era dovuta all’assunzione di una pillola molto forte all’età di 18 anni e che quest’ultima pillola mi aveva peggiorato il problema e infine i forti crampi allo stomaco non erano frutto della mia fantasia ma erano sintomi ben chiari di ENDOMETRIOSI. Ho fatto la prima laparoscopia a Gennaio 2004 con asportazione delle aderenze nell’utero e su entrambe le ovaie. Uscita dall’ospedale ho fatto una cura con Decapeptyl 3.75 per 6 mesi e ho avuto la mia prima mestruazione il 05/10/04. Purtroppo dopo una visita mi ha detto che non ero del tutto guarita infatti i disturbi continuavano ad esserci e in più avevo dolori durante i rapporti. Così a novembre 2004 ho rifatto l’intervento stavolta le aderenze erano all’ovaio sinistro e nella zona rettale. Dopo quest’ultimo intervento fino a Febbraio è andato tutto bene ma da marzo comincio a riavere gli stessi crampi e dolori durante il rapporto. Ma si può riformare così dopo poco tempo? Comunque adesso riconmincia il calvario rifarò nuovamente la visita e credo anche l’intervento. Ci sono momenti di grande sconforto ma comunque voglio dire a tutte voi di non smettere mai di lottare e di sperare nella guarigione e perlomeno nella possibilità di avere una vita normale anche nell’intimità. Un abbraccio a tutte. Stefania

Iscriviti alla newsletter

Consigli e indicazioni per vivere in modo sano l'endometriosi.

Back To Top
Cerca